Windows 11 arrivato con le castagne

Da martedì 5 ottobre è cominciata in Europa la possibilità di aggiornare il proprio sistema a Windows 11

Il nuovo sistema operativo Microsoft porta novità interessanti e graficamente innovative il tutto senza sconvolgere l’utente abituato a Windows 10.

Le novità sono diverse, quella che salta subito all’occhio al nuovo avvio, insieme alla grafica più nitida, è la posizione del tasto Start, al centro dello schermo sulla barra degli strumenti,  che comprende nuove icone con funzioni utili e interessanti.

In realtà c’è la possibilità di posizionare il contenuto della barra degli strumenti a sinistra per i “nostalgici”,  lo vedremo un altro momento oltre a diverse altre personalizzazioni.


 

Windows 11
fig. 1

 

Il menu Start apre una nuova finestra (fig. 1) in cui sono mostrati i programmi più utilizzati e aggiunti di recente.

Da questa schermata è possibile iniziare una ricerca e accedere a tutti i programmi.

 

 

 

 

Windows 11
fig. 2

 

 

 

Con il click di destra su Start si apre un menu contestuale (fig. 2) che ci consente di accedere ai principali strumenti di sistema.
Tra gli altri Gestione attività non più raggiungibile con il click di destra sulla barra

 

Selezionando la Lente, possiamo effettuare ricerche sul nostro pc o sul web in maniera molto più performante che in passato.
Troviamo qui anche i documenti utilizzati di recente (fig.3).

Windows 11
fig. 3

 

Desktop multipli

Proseguendo sulla barra degli strumenti troviamo una nuova icona sicuramente molto utile , al click si affiancheranno tutte le app, cartelle e file aperti sul pc in maniera ordinata e ben visibile (funzione presente anche su windows 10), basta cliccarci sopra per passare dall’una all’altro, semplice ed efficace.

Nella parte inferiore è ora possibile aggiungere uno o più Desktop su cui aprire programmi o file diversi passando dall’uno all’altro con un click. Utilissimo nel caso di un’esposizione/relazione in cui è necessario passare da un documento ad un altro (fig. 4) .

Windows 11
fig. 4

Posso per esempio avere un file word aperto sul desktop 1 e una pagina web o un file excel sul desktop 2 e così via. Ogni Desktop può avere un proprio sfondo per una più immediata riconoscibilità di quello che vogliamo attivare. Se si creano vari desktop è possibile ordinarli facendo click di destra sopra e selezionare Sposta a destra per modificare l’ordine.

Ci può servire che una o più finestre aperte venga visualizzata su più desktop, basta andarci sopra con il pulsante destro del mouse e selezionare Mostra questa finestra in tutti i desktop. (fig. 5)

Windows 11
fig. 5

Il nuovo Explora file, presenta un restyling delle icone molto più evidenti e pulite con un bella sensazione di ordine.

Nel menu contestuale (tasto destro) copia, taglia e incolla sono diventate icone; ora è possibile ruotare le immagini senza aprirle; cliccando su “Mostra altre opzionivedere le funzioni complete (fig 6).

Windows 11
fig, 6

Proseguendo sulla barra troviamo altre due icone targate Microsoft Windows 11. La prima ci consente di fare videochiamate, chat vocali e non attraverso Microsoft Teams per cui rinvio al  sito del produttore Usa Teams con amici e familiari | Microsoft Teams

La seconda icona, già presente su Windows 10 lancia Microsoft Store dove è possibile acquistare computer e software Microsoft e scaricare numerose app gratuite che possano servirci. Non mancano i Giochi e un’area Film e Tv.

 

Giudizio

Il sistema gira bene, nessun problema con i software funzionanti con Windows 10, navigazione fluida. E’ comunque possibile ripensarci entro 10 gg. e tornare a Windows 10.

Per il momento ci fermiamo qui, le novità sono comunque parecchie e in divenire.


Due interessanti offerte per il Black friday
ALL IN One
Notebook I7

 

One thought on “Windows 11 arrivato con le castagne

  1. Tu sai che io « non so leggere » però ci provo ogni volta. Queste info mi sembrano complicatissime e non adatte a me. Decidi tu se mi devo addentrare in questa foresta di novità o se sto bene come sto con Windows 10. Ciao e grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *